10 fatti sulla Ferrari che ancora non conosci

La Ferrari è senza dubbio uno dei marchi automobilistici più famosi al mondo.

Fatti sulla Ferrari
10 curiosità sulla Ferrari

La Ferrari è uno dei marchi automobilistici più famosi e popolari al mondo. Ha una storia lunga e affascinante ed è oggi l’auto dei sogni per molte persone in tutto il mondo.

Ecco alcuni fatti interessanti sull’azienda e sui suoi straordinari prodotti.

Come è nata la Ferrari?

(1)Ferrari(2) è stata fondata nel 1939 da Enzo (1)Ferrari(2) del reparto corse dell’Auto Avio Costruzioni dell’Alfa Romeo. La loro prima auto fu costruita nel 1940, ma tecnicamente non era una Ferrari.

Questo perché era contrattualmente vincolato dall’Alfa Romeo a non produrre auto a proprio nome per almeno 4 anni. La loro fabbrica si trasferì a Maranello nel 1943, ma fu bombardata dagli Alleati durante la seconda guerra mondiale.

E’ stata ricostruita ed è ancora oggi la sede principale della produzione Ferrari. L’azienda è diventata quella che oggi conosciamo come Ferrari nel 1947, quando le loro auto hanno ricevuto il famoso logo del cavallo.

Quando è stata costruita la prima Ferrari?

La prima Ferrari in assoluto, anche se non tecnicamente chiamata Ferrari, è stata la Auto Avio Costruzionia 815. Si trattava di una Barchetta a due posti, che aveva un motore da 1,5 litri sotto il cofano.

Il “Tipo 815” fu costruito nel 1940 e ne furono costruiti solo due. Entrambi hanno partecipato al Gran Premio di Brescia del 1940, ma entrambi non sono arrivati al traguardo a causa di problemi al motore.

Uno di loro è stato poi demolito. L’altra auto è attualmente in una collezione di auto in Italia.

Ferrari non poteva chiamarlo Ferrari, perché all’epoca era ancora sotto contratto con l’Alfa Romeo. Sebbene Enzo Ferrari avesse lasciato l’azienda, le condizioni del suo rilascio gli impedirono per un po’ di tempo di costruire un’auto a suo nome.

Per questo motivo ha dovuto pensare a un nome alternativo.

1. Il famoso distintivo Ferrari era lo stemma di un veterano di guerra

L’oggi famoso distintivo Ferrari ha un lungo e glorioso passato. Il suo cavallo nero iconico, che si alza sulle zampe posteriori, era un tempo lo stemma di famiglia di un eroe di guerra della prima guerra mondiale.

Questo eroe era Francesco Baracca, pilota della Prima Guerra Mondiale, purtroppo morto in combattimento. Baracca dipinse il simbolo di un cavallo ai lati degli aerei che volava.

Dopo la sua morte, la madre di Baracca permise alla Ferrari di utilizzare il simbolo del cavallo sulle targhe delle sue vetture.

2. Le automobili non sono l’unica fonte di reddito per il marchio

La Ferrari è ovviamente conosciuta soprattutto per le sue fantastiche serie di auto. Ma queste non sono le uniche fonti di reddito redditizie per l’azienda.

Come molte altre marche, la Ferrari guadagna un bel po’ di soldi vendendo una vasta gamma di prodotti. Dai giocattoli all’abbigliamento e agli accessori, il marchio Ferrari è molto più di un semplice veicolo.

Ad oggi, ci sono non meno di 30 boutique Ferrari in tutto il mondo. Circa 2 di queste sono di proprietà diretta della Ferrari, mentre altre sono gestite come franchising su licenza. E i prodotti Ferrari possono essere acquistati anche in innumerevoli altre concessionarie.

3. Non tutte le Ferrari sono rosse

Una delle prime cose che viene in mente quando si sente il nome Ferrari è il colore rosso.

Ufficialmente noto come “rosso da corsa”, è il colore scelto dalla squadra corse Ferrari, che è regolarmente il colore scelto quando le auto appaiono nei film.

Questo, infatti, era il colore ufficiale che la Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA) assegnava a tutte le auto da corsa del Gran Premio d’Italia nei primi anni dell’automobilismo.

Le Ferrari, invece, sono disponibili in una varietà di colori: nero, bianco, verde e argento. Ma la maggior parte delle persone spesso sceglie la famosa livrea rossa.

4. La Ferrari è stata quasi comprata da Ford

La Ferrari è un marchio di grande successo e per questo motivo molti concorrenti hanno tentato la fortuna di acquistarla. Una di queste società era la Ford Motor Company, che nel 1963 fece ad Enzo Ferrari un’offerta di circa 18 milioni di dollari.

Dopo lunghe trattative Enzo ha finalmente rifiutato l’offerta.

Oggi la Ferrari è in parte di proprietà della Fiat, che ne detiene il 90%.

Sono a loro volta un’attività della holding Exor, che possiede diversi altri marchi come Juventus, Fiat Chrysler e CNH Industrial.

5. Michael Schumacher era un tempo lo sportivo più pagato di tutti i tempi quando guidava la Ferrari

Quando Michael Schumacher ha guidato per la Ferrari, era lo sportivo più pagato di tutti i tempi. Ha avuto una lunga e fortunata carriera nelle corse, e la Ferrari lo ha pagato di conseguenza per il suo talento.

Quei soldi sono stati ben spesi. La combinazione tra le vetture Ferrari e l’ineguagliabile abilità di Schumacher ha permesso alla squadra di vincere sette campionati mondiali di Formula 1.

6. Enzo Ferrari non era un viaggiatore entusiasta

Enzo Ferrari non amava molto viaggiare, nonostante la sua abilità nella costruzione di veicoli. Raramente, se non mai, lasciava la sua casa e il suo ufficio a Modena e a Maranello.

In realtà, era noto per essere claustrofobico e odiava viaggiare in aeroplani e ascensori.

7. La Ferrari F40 è stata l’ultima ad essere presa personalmente da Enzo.

L’iconica e popolare Ferrari F40 è stata l’ultima Ferrari a ricevere l’approvazione personale di Enzo Ferrari. Questa vettura sportiva a motore centrale con trazione posteriore è stata prodotta tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90.

La Ferrari ha un Programma su misura che permette agli acquirenti di personalizzare molti elementi della loro nuova vettura. Dalla loro fabbrica di Maranello, gli acquirenti possono scegliere tra colori di vernice, varie finiture interne, finiture di vernice e altri accessori.

8. Ogni lettera nel nome di una Ferrari simboleggia lo stile della sua carrozzeria

Ciascuna delle lettere utilizzate nel nome della Ferrari simboleggia lo stile della carrozzeria della vettura . Ad esempio, la lettera “M” sta per “Modifacata”.

“GTB” è l’acronimo di Gran Turismo® Berlinetta e viene utilizzato per modelli come coupé o berlinette chiuse. – moneyinc.com.

9° Ferrari è uno dei marchi più famosi al mondo

Il marchio è un elemento essenziale di ogni azienda di successo. La Ferrari, a quanto pare, era un maestro di questa pratica ed è uno dei marchi più famosi al mondo.

Spesso si classificano al fianco di Disney, Hollywood e Coca Cola per la riconoscibilità del loro marchio.

10° C’è stato un periodo in cui la Ferrari ha cercato di limitare la produzione.

Sotto il consiglio del suo presidente Luca di Cordero Montezemolo , la Ferrari ha cercato di limitare la produzione per evitare di diluire il mercato dei suoi prodotti.

Ha sostenuto: “L’esclusività Ferrari è fondamentale per il valore dei nostri prodotti. Abbiamo deciso di produrre meno auto perché altrimenti corriamo il rischio di portare troppe auto sul mercato”.

Ma non ci è voluto molto. Nel 2014 è stato licenziato e sostituito da Sergio Marchionne, che ha adottato l’approccio opposto.

Ben presto ha aumentato la produzione a 7.200 unità all’anno, con l’intenzione di aumentare la produzione fino a 10.000 unità all’anno.