PhotoChromeleon: i ricercatori del MIT creano un incredibile inchiostro che cambia i colori

Il nuovo inchiostro può essere utilizzato su auto, maniche di telefoni, scarpe e innumerevoli altri accessori.

Che cos'è PhotoChromeleon?
PhotoChromeleon: L’inchiostro che cambia colore del futuro?

I ricercatori del MIT hanno sviluppato un tipo di inchiostro che emette colori diversi a seconda dell’incidenza della luce. L’inchiostro è stato sviluppato dal Dipartimento di Informatica e Intelligenza Artificiale.

Questo nuovo tipo di inchiostro potrebbe essere utilizzato per l’abbigliamento, gli accessori e gli articoli decorativi.

Mimetismo camaleontico

Un team del MIT Laboratory for Computer Science and Artificial Intelligence ( CSAIL) ha sviluppato un inchiostro con proprietà camaleontiche. Tuttavia, invece di reagire all’umore, l'”inchiostro riprogrammabile” cambia colore quando viene esposto ai raggi ultravioletti (UV) e alle sorgenti di luce visibile.

Diverse lunghezze d’onda della luce emettono colori diversi da oggetti colorati che utilizzano questo inchiostro, dicono i ricercatori nella loro carta.

PhotoChromeleon

L’inchiostro, conosciuto dai ricercatori come “PhotoChromeleon”, consiste in una miscela di coloranti fotocromatici che possono essere spruzzati o dipinti sugli oggetti. Questo può essere fatto tutte le volte che lo si desidera.

Inchiostro che cambia colore
Come funziona l’inchiostro che cambia colore?

L’inchiostro è resistente all’usura e può essere usato per le scarpe da esterno, dicono i ricercatori.

“Questo particolare tipo di tintura potrebbe consentire un’intera gamma di opzioni di personalizzazione che potrebbero migliorare l’efficienza produttiva e ridurre gli sprechi complessivi”, ha detto CSAIL postdoc Yuhua Jin, l’autore principale di un nuovo articolo sul progetto, in un comunicato stampa del MIT.

“Gli utenti hanno potuto personalizzare quotidianamente i loro oggetti e il loro aspetto senza dover acquistare più volte lo stesso oggetto in diversi colori e stili.

PhotoChromeleon
PhotoChromeleon è il nome del progetto per questa svolta

“PhotoChromeleon” si basa sul precedente lavoro del team su ” ColorMod,” che utilizzava una stampante 3D per cambiare il colore delle parti stampate.

Il team ha creato l’inchiostro “PhotoChromeleon” mescolando in un’unica soluzione i coloranti fotocromatici ciano, magenta e giallo (CMY).

Ogni colorante interagisce in modo separato con diverse lunghezze d’onda. Grazie a queste conoscenze, il team è stato in grado di controllare quali colori sono apparsi attivando e disattivando le sorgenti luminose che corrispondevano ai diversi colori.

Spruzzare un look fresco su

Questo approccio potrebbe anche aiutare a incoraggiare le persone a conservare più a lungo i vecchi beni, rendendo facile l’applicazione di un look fresco spruzzando o spazzolando l’inchiostro su qualsiasi oggetto.

“Dando agli utenti l’autonomia di personalizzare i loro oggetti, si potrebbero risparmiare innumerevoli risorse e le possibilità di cambiare in modo creativo i loro beni preferiti sono illimitate”, dice la professoressa Stefanie Mueller del MIT.

Il paper è stato co-autore di Jin e Mueller, che hanno lavorato con la CSAIL postdocs Isabel Qamar e Michael Wessely e un gruppo di studenti del MIT.