Silver Ghost: l’auto che ha reso famosa la Rolls-Royce

La “Silver Ghost” e la “Phantom” sono due delle auto più importanti di tutte.

Rolls-Royce: Silver Ghost
Rolls-Royce: Silver Ghost

Avete mai sentito parlare di “Silver Ghost” di Rolls-Royce? O di sua sorella minore, il Fantasma?

In caso contrario, vi aspetta una vera delizia. Continua a leggere!

Cos’era la Rolls-Royce “Silver Ghost”?

La Rolls-Royce ” Silver Ghost” è ampiamente considerata una delle auto più importanti mai costruite. Fu costruita tra il 1907 e il 1926 e migliaia di esemplari di questa incredibile automobile sono ancora oggi in circolazione.

È stata la prima Rolls Royce prodotta su larga scala.

Il nome attuale può essere un po’ confuso, in quanto non si riferisce solo a un tipo di auto costruita da Rolls-Royce, ma anche a un certo modello di questa serie di auto.

Rolls-Royce: Silver Ghost
Rolls-Royce: Silver Ghost

La vettura che sarebbe diventata la Rolls-Royce Silver Ghost fu presentata nel dicembre 1906 al Salone Olimpico come 40/50. Questo a soli due anni dall’inizio della collaborazione tra il “meccanico” Henry Royce e il “promotore” Charles Steward Rolls. Le consegne di telai per carrozzerie speciali, che erano state lo standard per le Rolls-Royce fino al secondo dopoguerra, sono iniziate circa nove mesi dopo.

Nel 1907 Claude Johnson, direttore commerciale e amministratore delegato della Rolls-Royce, ordinò un’automobile che doveva servire da vettura dimostrativa. E’ stato prodotto il 12. 40/50 h.p.. L’auto è stata verniciata con vernice di alluminio e ha ricevuto gli accessori argentati. Una targa con il nome “Silver Ghost” è stata attaccata alla parete anteriore per sottolineare il -Ghost-come il silenzio della macchina. Il nome è stato poi applicato a tutta la serie.

La Silver Ghost si chiamava originariamente “40/50”, e il telaio era stato originariamente installato presso la fabbrica di auto Royce a Manchester. Successivamente, la produzione fu trasferita nello stabilimento di Derby nel 1908 e tra il 1921 e il 1926 fu trasferita a Springfield, MA.

Sorprendentemente, la fabbrica di Derby è ancora oggi in funzione e produce motori per aerei.

La “Silver Spirit” cementerebbe in parte la reputazione dell’azienda per la produzione della “migliore auto del mondo”. Una reputazione che è rimasta molto forte fino ad oggi.

Il “Silver Ghost” aveva un nuovo motore a sei cilindri da 7000cc con valvole laterali, con i cilindri fusi in due unità da tre. Ognuno di essi era originariamente dotato di un cambio a quattro marce.

Nel 1909 la capacità del motore fu aumentata a 7400 cc, con un cambio a tre marce. Questo fu poi, nel 1913, convertito di nuovo in un cambio a quattro velocità.

Ogni cilindro aveva due candele di accensione, con ogni set acceso per mezzo di una bobina tremolante (e successivamente una bobina di accensione e un distributore) e un magnete di accensione. Il design del motore della vettura è stato ulteriormente affinato nel tempo, aumentando la potenza erogata da 48 a 80 CV a 2.250 giri/min.

I modelli successivi sostituirono le vecchie lampade ad olio o ad acetilene con lampade elettriche, mentre i modelli precedenti erano dotati solo di freni sulle ruote posteriori. Un freno di trasmissione ha agito anche sull’albero motore.

I modelli successivi furono equipaggiati negli anni ’20 con doppi sistemi frenanti sulle ruote posteriori e freni sulle ruote anteriori.

La “Silver Ghost” aveva un telaio molto robusto con assi rigidi e molle a balestra negli angoli.

La produzione dei veicoli è stata temporaneamente sospesa durante la prima guerra mondiale, ma il loro design robusto e l’affidabilità hanno portato ad adattare il loro telaio e i loro motori per l’uso in una gamma di veicoli blindati. Alcuni di loro sono diventati famosi grazie alle gesta di T. E. Lawrence (“Lawrence d’Arabia”) nei deserti del Medio Oriente.

Silver Ghost: può essere utilizzato anche come serbatoio
Silver Ghost: può essere utilizzato anche come serbatoio

Dopo la guerra si decise di produrre una versione dell’auto negli Stati Uniti e Rolls-Royce creò una divisione in America e aprì una fabbrica a Springfield, MA.

La “Silver Ghost” aveva subito un notevole sviluppo e perfezionamento fino alla metà degli anni ’20, ma il miglioramento delle prestazioni di alcuni concorrenti Rolls-Royce ha avuto un notevole impatto sulle vendite della “Silver Ghost”. Questa pressione di mercato ha costretto Rolls-Royce a sostituire l’auto con un nuovo modello, il ” New Phantom” (comunemente noto come “Phantom 1”). Fu lanciato in Gran Bretagna nel 1925 e negli Stati Uniti nel 1926.

Tra il 1907 e il 1926 sono stati prodotti in totale 7.874 “Silver Ghosts”, di cui circa 1.701 costruiti a Springfield, MA. Si stima che 1.500 di queste fantastiche automobili esistano ancora oggi.

Un esempio immacolato di “Silver Ghost” del 1909 è esposto al National Motor Museum di Beaulieu, Inghilterra. Questa particolare vettura era di proprietà della famiglia Montagu e originariamente costava solo circa 985 sterline per il telaio.

Fantasma d'argento 1906
Fantasma d’argento 1906

Ha 6 cilindri, uno spostamento di 7.046 cc e potrebbe raggiungere una velocità massima di 104 km/h (65 mph).

Da dove ha preso il nome il “Fantasma d’argento”?

Dopo località come il National Motor Museum in New Forest England:

“La tredicesima vettura costruita aveva una carrozzeria verniciata in argento con lampade e accessori argentati e divenne nota come ‘The Silver Ghost'”.

Questa particolare vettura è stata ampiamente utilizzata per i test e in poche settimane è stata accumulata in un raggio di 15.000 miglia. Il nome Silver Ghost è stato infine adottato ufficialmente per il modello 40/50.

La vendita pubblica del 40/50 iniziò nel settembre 1907, la produzione continuò fino al 1925, che catapultò l’auto nei libri di storia.

Di chi è oggi la Rolls-Royce?

Rolls-Royce: Concept Car
Rolls-Royce Concept Car: ecco come il Re immagina il futuro

Rolls-Royce ha avuto una storia piuttosto movimentata. Originariamente semplicemente Royce, dopo il suo fondatore Henry Royce, i prodotti dell’azienda sono stati commercializzati da Charles Stewart Rolls.

Nel 1906 l’azienda cambiò il suo nome in Rolls-Royce Limited e nel dicembre dello stesso anno l’ormai famoso “Silver Ghost” fu presentato all’Olympic Motor Show.

L’azienda ha iniziato a produrre motori per aerei durante la prima guerra mondiale, un passo che l’ha resa uno dei più fidati produttori di tutti i tipi di motori civili e militari.

Dopo una cattiva gestione senza speranza, la società ha raggiunto il suo punto più basso negli anni ’60 e nel 1971 è stata ufficialmente liquidata. La nazionalizzazione è seguita nel 1971 con la formazione della Rolls-Royce Limited.

La divisione automobilistica è stata poi ritrasferita alla Rolls-Royce Motors Holdings Limited e infine venduta alla Vickers negli anni ’80.

Alla fine degli anni ’80 le parti nazionalizzate di Rolls-Royce sono state portate al pubblico come Rolls-Royce PLC.

Nel 1998 Vickers ha venduto la Rolls-Royce a Volkswagen, ma BMW possiede i diritti del nome e del marchio per l’uso sulle auto Rolls-Royce, avendo acquisito i diritti nel 1998 da Rolls-Royce PLC per 40 milioni di sterline.

Dopo il 2003 BMW ha fondato la Rolls Royce Motor Cars Limited per eliminare tutti i problemi di licenza e ora la Rolls Royce Cars Limited produce esclusivamente auto Rolls Royce.

Qual era il prezzo originale della Rolls-Royce Phantom del 1925?

Un’altra famosa delle prime Rolls-Royce è stata la “Phantom”. Come già detto, questa vettura iconica è stata introdotta per sostituire la “Silver Ghost” dopo che le cifre di vendita hanno iniziato a diminuire.

È stato introdotto nel 1925 come “New Phantom”, ha un motore più grande e utilizza valvole a stelo in testa al posto delle valvole laterali “Silver Ghosts”. E’ stato costruito sia nello stabilimento Rolls-Royce di Derby che in quello di Springfield nel Massachusetts.

Il “Fantasma” fu sostituito dal Fantasma II nel 1929. Da qualche parte nella regione di 3.512 unità del “Nuovo Fantasma” sono state costruite tra il 1925 e il 1931. La “New Phantom” è famosa in sé ed è una serie di auto Rolls-Royce che sono state reinventate più e più volte negli ultimi decenni.

Un esempio particolarmente interessante del “Fantasma” è il cosiddetto ” Round Door Aero Phantom Coupe” del 1925.

Rolls-Royce Phantom 1
Rolls-Royce Phantom 1

Attualmente si trova nel Petersen-Museum ed è passato di mano diverse volte nella sua vita. L’ultimo veicolo è stato venduto nel 1991 per circa 1,5 milioni di dollari (oggi circa 2,6 milioni di dollari).

Questa macchina è stata originariamente commissionata da una donna di Detroit, ma per ragioni sconosciute non è mai arrivata a casa sua. L’auto è stata venduta invece al Raja di Nanpara e successivamente è passata di mano diverse volte prima di essere inviata alla carrozzeria di Jonckheere vicino a Roeselare in Belgio per mantenere il suo aspetto unico.

Ma questa è più o meno la stessa storia dell’auto che possiamo leggere fin dai suoi primi giorni. Negli anni Trenta del secolo scorso scoppiò un incendio negli uffici del Jonckheere e la maggior parte dei documenti fu distrutta.

Quando l’auto è stata costruita originariamente, non c’era nulla di paragonabile al mondo. Aveva un motore a 6 cilindri e un cambio manuale a 4 marce in grado di accelerare con facilità fino a 160 km/h (100 mph).

Rolls-Royce Phantom 1 Vista frontale
Rolls-Royce Phantom 1 Vista frontale

Il suo stile esterno è molto ispirato agli anni Venti, ma avrebbe colpito anche nel periodo di massimo splendore dell’Art Déco. In un’epoca in cui la maggior parte dei veicoli, compreso il “Fantasma” nella sua condizione originale, sembrava sostanzialmente una scatola su ruote, questo particolare disegno del “Fantasma” è davvero un’opera d’arte.